Il cielo di luglio: ilo regno dei pianeti giganti ... - L'Astrolabio Online Magazine

L'ASTROLABIO ONLINE
Magazine di Arte Cultura Territorio Ambiente Società
Vai ai contenuti

Il cielo di luglio: ilo regno dei pianeti giganti ...

Rubriche > Astronomia a cura di Monica Menzogni
Il cielo di luglio:
il regno dei pianeti giganti tra opposizioni e congiunzioni spettacolari e sonde in partenza verso Marte.
Cari amici. Le notti in estate sono brevi, il buio arriva più tardi, ma le osservazioni del cielo ci danno la possibilità di rinfrancarci dalla calura del giorno offrendoci spettacoli naturali mozzafiato.
Quest’anno, nel mese di luglio, potremo godere della spettacolare visione dei pianeti giganti Giove e Saturno, saranno perfettamente visibili sia a occhio nudo che con un binocolo.
Una visione emozionante se avrete a disposizione un telescopio perché oltre ai pianeti giganti ci saranno numerose congiunzioni tutte da godere col naso all’insù.
Rinfreschiamoci insieme sotto le stelle, ma prima voglio parlarvi di un appuntamento che è diventato uno degli eventi divulgativi più attesi e seguiti a livello mondiale: l’Asteroid Day.
L’Asteroid Day è stato fondato nel 2014 da Brian May astrofisico chitarrista dei QUEEN insieme Danica Remy presidente della B612 Foundation, Rusty Schweckart astronauta dell’Apollo 9 e al regista Grig Richters per condividere conoscenze, rischi e curiosità sui corpi minori del sistema solare.
Il 30 giugno è stato ufficialmente dichiarato dalle Nazioni Unite l’International Asteroid Day che è la giornata internazionale per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sul pericolo di impatto di asteroidi e lo studio dei NEA. (Near Earth Asteroids).
Sostieni L'Astrolabio
Dona con PayPal
un piccolo contributo
per noi è un grande tesoro
ci aiuterai a fare informazione
Il Sole
Dopo il Solstizio d'Estate avvenuto lo scorso mese, le giornate cominciano piano piano ad accorciarsi.
Dal 1° al 31 luglio la durata del giorno diventerà più breve di circa 45 minuti. Il 4  Luglio  la Terra si troverà “all'afelio” alla sua massima distanza dal Sole (152.095.289 km)
La Luna
Il 5 luglio sarà possibile osservare un’eclissi di penombra. La Luna  si troverà in congiunzione con Giove. Il giorno dopo, il 6 luglio, si troverà in congiunzione con Saturno. L11 luglio invece è previsto un doppio appuntamento: sarà possibile, infatti, vedere Venere in congiunzione con la stella di Aldebaran e la Luna con Marte.
Il 2020 è un anno speciale per Giove e Saturno, che si stanno avvicinando a una delle loro spettacolari “grandi congiuzioni”, un evento che si ripete ogni 20 anni. I due pianeti, appariranno molto vicini in cielo. La grande congiunzione avverrà a dicembre, ma i due giganti hanno già cominciato ad avvicinarsi, tanto che saranno entrambi in opposizione a luglio a una settimana di distanza l’uno dall’altro: il 14 Luglio sarà il turno di Giove e il 20 Luglio sarà la volta di Saturno.
Avremo quindi praticamente tutta la notte a disposizione per osservarli nelle migliori condizioni.
L’opposizione è un allineamento con il pianeta  che viene a trovarsi dalla parte opposta della Terra rispetto al Sole. Perché questo possa avvenire  occorre che il pianeta sia al di là dell’orbita terrestre. Quando un pianeta si trova in opposizione offre le migliori condizioni di osservazione dal momento che si trova alla minima distanza dalla Terra e rimane visibile per tutta la notte.
Marte:  Il  pianeta rosso sarà  uno dei protagonisti della seconda parte della notte. Alla fine del mese potremo scorgerlo sull’orizzonte in direzione Est già intorno alla mezzanotte, brillantissimo, con la sua luce rossastra facilmente riconoscibile.
C’ė un motivo in più per parlare di Marte. A luglio  è prevista la partenza delle sonde che sfruttano l’avvicinamento del pianeta rosso, che sarà in opposizione il 13 ottobre. Questi lanci sono particolarmente complessi. La finestra di lancio si apre ogni 26 mesi e dura un paio di settimane. Quest’anno la prima data utile è il 17 luglio e la Nasa conta di essere pronta per il lancio della sonda Mars 2020 che porterà un rover che è stato chiamato Perseverance.
IL 23 luglio sarà la volta della Cina che ha in programma  il lancio della missione Huoxing (Marte in cinese), composta da un orbiter, un lander e un rover. Quando Huoxing arriverà su  Marte, nell’aprile 2021,  sarà  il centesimo anniversario della nascita del partito comunista cinese.
Le costellazioni
Per tutta l’estate potremo ammirare il cosiddetto Triangolo Estivo" che ha come vertici tre brillantissime stelle  Vega, Altair e Deneb.
Queste stelle fanno parte di  tre costellazioni distinte: rispettivamente Lira, Aquila e Cigno.
Vega è, insieme ad Arturo della costellazione del Bootes, la stella più brillante del cielo estivo.
Deneb, il cui nome arabo significa “coda” (la coda del Cigno, costellazione detta anche Croce del Nord per la sua forma) è la stella più lontana, infatti dista oltre 1600 anni luce da noi!
Questo significa che la luce che percepiamo è stata emessa 16 secoli fa, poco prima del crollo dell'Impero Romano.
Per confronto, Altair, stella principale della costellazione dell’Aquila,  dista “solo” 16 anni luce e Vega circa 27 anni luce. Queste due stelle ci sembrano così grandi e luminose solo perché sono più vicine.  La brillantissima Deneb sembra la più piccola delle tre mentre è una cosiddetta "supergigante azzurra", con un diametro pari a oltre 150 volte quello del Sole ed una luminosità di decine di migliaia di volte superiore!
Procedendo da Ovest verso Est, nelle prime ore della sera si farà appena in tempo a scorgere il Leone, ormai al tramonto, seguito dalla Vergine.
Verso sud  incontriamo la inconfondibile costellazione  dello Scorpione con al centro la rossa Antares.
A Sud - Est possiamo riconoscere il Sagittario, la cui posizione ci indica la direzione del centro della Via Lattea, la nostra Galassia.
Spostando lo sguardo in alto a sinistra, troviamo la costellazione di Ercole.
Nel cielo settentrionale troviamo come sempre l'Orsa Maggiore e l'Orsa Minore.
Guardando in direzione Nord, quindi verso la Stella Polare, l'Orsa Maggiore sarà sulla sinistra, in direzione Nord-Nord-Ovest, mentre in basso a destra possiamo riconoscere Cassiopea e, più in alto, Cefeo.
Tantissimi spettacoli completamente gratuiti che la natura ci offre per allietare le nostre notti. Non mi resta dunque che augurarvi buone osservazioni, darvi appuntamento per il prossimo mese e aurgaure a tutti
Cieli sereni!
Monica Menzogni
L'Astrolabio di Swanbook
Redazione: Desenzano del Garda
Contattaci:
redazione@lastrolabio.swanbook.eu
Torna ai contenuti