Le maraviglie del cielo di marzo - L'Astrolabio Online Magazine

L'ASTROLABIO ONLINE
Magazine di Arte Cultura Territorio Ambiente Società
Vai ai contenuti

Le maraviglie del cielo di marzo

Rubriche > Astronomia a cura di Monica Menzogni
Arriverà la primavera: le meraviglie del cielo di marzo.
di Monica Menzogni
Cari amici
La Terra continua il proprio giro di rivoluzione intorno al Sole e siamo di nuovo alle porte dell’Equinozio di primavera che, quest’anno, cadrà il giorno 20 marzo.
In primavera la porzione di cielo che si offre ai nostri occhi è quella che sta al di fuori del piano della Via Lattea ed è il momento più favorevole per dedicarci all’osservazione di molti oggetti che si trovano fuori dalla nostra galassia.
Il Sole

Il 20 marzo, data dell’equinozio, la durata della notte sarà teoricamente uguale a quella del giorno.  Alla fine del mese, la durata del giorno sarà aumentata di 1 ora e 24 minuti.
Il 27 marzo 2022 avremo il passaggio all’ora legale, un’ora in più rispetto a quella solare.

La Luna
Luna nuova è stata il 02 marzo e la Luna piena sarà il 18 marzo due giorni prima dell’equinozio di primavera.
A differenza del Natale, la Pasqua cambia data ogni anno. La Pasqua cristiana viene celebrata nella prima domenica dopo la prima Luna piena. Quest’anno il plenilunio successivo all’equinozio primaverile sarà il giorno 16 aprile pertanto la Pasqua verrà celebrata domenica 17 aprile
Sostieni L'Astrolabio
Dona con PayPal
un piccolo contributo
per noi è un grande tesoro
ci aiuterai a fare informazione
I pianeti osservabili

Venere domina ancora il cielo al mattino presto avremo circa due ore di tempo per osservarlo prima del sorgere del Sole. Anche Marte, come Venere, sarà visibile sull’orizzonte orientale prima del sorgere del Sole, dove va a formare un suggestivo terzetto con Venere e Saturno.
Le congiunzioni

Questo mese potremo assistere a una serie di spettacolari congiunzioni soprattutto al mattino presto, tra le luci dell’alba.
Si inizia il 2 marzo una sfidante osservazione della congiunzione tra Mercurio sull’orizzonte ad Est-Sud-Est.
Per quanto riguarda gli eventi in orario serale potremo ammirare la Luna nella costellazione del Toro che la notte dell’8 marzo viene a trovarsi a breve distanza dall’ammasso stellare delle Pleiadi.
All’alba del 12 marzo, sull’orizzonte a Sud-Est, avverrà l’incontro tra il brillante pianeta Venere e il pianeta rosso, Marte.
Negli ultimi giorni di marzo potremo ammirare una spettacolare concentrazione osservando verso Sud-Est.  Il 28 marzo, prima del sorgere del Sole, vedremo apparire Marte, Venere e Saturno; al terzetto di pianeti si unirà la falce di Luna calante. Il 29 marzo Venere e Saturno saranno vicinissimi tra loro, mentre poco lontano è ancora presente Marte.
Le costellazioni del mese di marzo




Nelle sere di marzo assisteremo al lento declino di Orione, costellazione regina dell’inverno, verso l’orizzonte. Anche il Toro e il Cane Maggiore con la brillante Sirio saranno visibili nella prima metà della notte; un po’ più alte sulla volta celeste troveremo l’Auriga con la luminosa Capella e Castore e Polluce dei Gemelli.








Dall’ampia porzione di cielo compresa tra Sud ed Est faranno il loro ingresso le costellazioni che preannunciano la primavera, ovvero: Idra, Cancro, Leone con Regolo e Denebola, Vergine con Spica e il Boote con la brillante stella di colore rosso/arancio Arturo.
Le brillanti Denebola, Spica e Arturo ci regaleranno quello che è l’asterismo del Triangolo Primaverile.
Un’ indimenticabile notte sotto le stelle

La Maratona Messier è il tentativo di osservare tutti gli oggetti del catalogo (ben 110!) in una sola notte. Una gara tra appassionati del cielo armati di telescopi e binocoli. il percorso è delineato dalle Costellazioni; le prestigiose tappe sono composte da Galassie, Nebulose e Ammassi Stellari. Una sfida con sé stessi, contro il tempo, il freddo, un percorso da terminare prima del sorgere del Sole. Le difficoltà da superare sono sempre in agguato: le nuvole, lumidità, linquinamento luminoso e gli inconvenienti tecnici della strumentazione. Anche ammirare solo alcuni oggetti, darà l’enorme soddisfazione di aver percorso una indimenticabile notte sotto le stelle.

Le date consigliate per tentare questa speciale osservazione tradizionalmente vengono scelte nei week-end di marzo e aprile prossimi al novilunio. Per il 2022 la date selezionate sono: il 5 marzo e il 2 aprile.
Il cielo riesce sempre a consolarci e a farci riflettere su quanta bellezza abbiamo intorno a noi. Essa può sorprenderci, stupirci, farci sentire parte dell’immensità e del mistero.
Solleviamo lo sguardo e lasciamoci trasportare verso l’infinito e la pace.
Per questo, amici, auguro a tutti

Cieli sereni!

Monica Menzogni
L'Astrolabio di Swanbook
Redazione: Desenzano del Garda
Contattaci:
redazione@lastrolabio.swanbook.eu
Torna ai contenuti